Fisioterapia Savinese | Auricoloterapia
50240
page,page-id-50240,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,tactile-ver-1.9,smooth_scroll,fade_push_text_right,transparent_content,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Auricoloterapia

L’auricoloterapia usa l’orecchio esterno per scopi terapeutici.

L’origine dell’auricoloterapia risale alla notte dei tempi, infatti la storia della medicina è densa di episodi di popoli antichi, come gli Egizi, che usavano il padiglione auricolare per le loro pratiche curative, ma la sua diffusione nel mondo moderno è avvenuta grazie agli studi del Dr. Paul Nogier.

Questa riflessoterapia si basa sul fatto che il corpo umano è rappresentato nel padiglione auricolare e quindi, per corrispondenza, un punto trovato patologico nel padiglione sta a significare che un organo, una funzione o un distretto corporeo ha una patologia o una disfunzione.

L’auricoloterapia è indicata in quasi tutte le sindromi dolorose (cervicobrachialgie, sciatica, lombalgie, ecc.), nel tunnel carpale, nelle lesioni post-traumatiche, nelle cefalee, nell’epicondilite, nella periartrite scapolo-omerale e in molte altre patologie dell’apparato muscolo-scheletrico.

Nel 1990, un gruppo di lavoro riunito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità ha standardizzato la nomenclatura di 43 punti auricolari.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X